Il Cluster e 40 aziende donano 15mila mascherine alla Regione

Il progetto prevede un rifornimento costante dalla Cinagrazie all’ufficio partner del Cluster a Shanghaidi dispositivi di protezione individuale per i lavoratori.

Il direttore del Cluster Carlo Piemonte: “L’obiettivo è essere riforniti ogni settimana grazie al nostro partner cinese Xue Jie, che si è attivato in prima persona. Le aziende del Fvg saranno così pronte a riaprire”.

15mila mascherine dalla Cina

Un carico dalla Cina di 15mila mascherine pronto ad essere donato alla Regione Fvg tramite la Protezione civile. La lodevole iniziativa coinvolge 40 aziende del territorio aderenti al progetto del Cluster Arredo che, grazie al costante al suo ufficio-partner in Cina, ha costruito un prezioso collegamento per il reperimento degli introvabili dispositivi di sicurezza. 

40 aziende del Fvg aderiscono al progetto del Cluster

“Quando il sistema economico si mette in moto, il Fvg dimostra di essere capace di rispondere con le parole e con i fatti – dichiara il presidente Franco di Fonzo -. Oltre 40 aziende di diversi settori hanno creduto nel progetto pilota del Cluster; siamo pronti adesso ad estenderlo a chiunque abbia interesse e necessità. Solo facendo sistema unitario riusciremo a fronteggiare questa situazione”.

Canale diretto con la Cina

Abbiamo attivato un canale di comunicazione direttamente con la Cina tramite il nostro ufficio a Shanghai – afferma il direttore Carlo Piemonte -. Il progetto consolida le relazioni Italia-Cina e consentirà al sistema economico di prepararsi a ripartire”. Un’operazione destinata non solo alla tutela dei lavoratori, ma a quella della salute dell’intero territorio, tant’è che le aziende hanno deciso di donare oltre 15mila mascherine alla Regione per le proprie necessità.

Azione operativa per prepararsi alla ripartenza

Un segnale di forza del territorio e di capacità di risposte concrete del nostro sistema economico – aggiunge il presidente di Fonzo –. Adesso, delegando la nostra società Icide, andremo avanti con il progetto per garantire la sicurezza dei nostri lavoratori e imprenditori. L’uso delle mascherine all’interno delle aziende sarà fondamentale per riprendere le attività lavorative. Aiutare le imprese significa aiutare le famiglie”. Questa prima operazione che porta migliaia di mascherine sul territorio permetterà al comparto di ripartire: “Siamo solo all’inizio, il percorso è lungo, dobbiamo continuare a fare sistema. Bene le grandi strategie, ma servono anche azioni operative, e quella delle mascherine è un esempio”. 

Rifornimenti settimanali di mascherine

L’opportunità di reperire le mascherine è resa possibile grazie al prezioso sostegno dell’ufficio partner a Shanghai gestito da Xue Jie, il quale si è attivato in prima persona (gratuitamente) per favorire il contatto con i fornitori di tali dispositivi. “Il Cluster, attraverso ICIDE, farà il possibile per garantire crescenti rifornimenti settimanali ed essere così pronti alla riapertura, garantendo dotazioni di sicurezza. Come sistema economico Fvg ci siamo – ribadisce Piemonte – e vogliamo lottare per ripartire”. 

Creato un fondo da destinare agli ospedali 

Il Cluster, dal canto suo, si impegna a reperire le mascherine nel più breve tempo consentito, impegnando in questa attività il proprio personale a titolo gratuito. Il differenziale tra quote pagate dalle imprese e costi vivi sostenuti dal Cluster per il reperimento delle mascherine (circa il 15%) sarà destinato ad un fondo specifico a sostegno degli ospedali e strutture sanitarie in Friuli Venezia Giulia. “Un altro segnale tangibile di come il Sistema dell’economia Fvg sia in grado di aiutare il proprio territorio facendo sinergia – aggiunge Piemonte -. E’ una battaglia lunga; ora siamo nella fase cruciale della partita e stiamo facendo l’impossibile per dare una mano”.

Il progetto “Sistema Fvg”

Ideato e sviluppato dal Cluster Legno Arredo Casa Fvg per le aziende della regione, nasce per affrontare la contingenza di un momento storico complesso e per preparare il tessuto produttivo locale per affrontare una nuova normalità post-emergenza, ma proseguirà con l’impegno delle aziende di diffondere la cultura della protezione del lavoratore e dell’imprenditore da possibili contagi. Un impegno che si sostanzia anche nell’utilizzo costante in azienda di mascherine protettive (YY0469-2011 o similari), o di altri sistemi di protezione in grado di garantire la tutela della salute.